Stefano Fucili cantautore internazionale


Stefano Fucili è un cantautore, chitarrista, compositore e arrangiatore che ha collaborato con Lucio Dalla, suo produttore alla fine degli anni Novanta, scrivendo con e per Dalla il brano Anni Luce nel 2001 dal cd Luna Matana. Interprete e compositore di brani per bambini per il canale You Tube Coccole Sonore, i suoi video hanno superato oltre 40 milioni di views. Ha aperto i concerti di Lucio Dalla, Ron, Luca Carboni, Giorgia, Nomadi, Paola Turci etc. Protagonista di un’intensa attività live in Italia e Olanda anche con il progetto Piazza Grande omaggio a Lucio Dalla.

Un grande artista che ci ha concesso un grande onore, dedicandoci il suo prezioso tempo. Leggete di più di questo straordinario performer, magari sulle note del suo nuovo brano “Una bella giornata”!

Grazie ancora Stefano, raccontaci qualcosa di particolare su di te… quali sono le tue influenze musicali?

Diciamo che le mie influenze musicali sono molteplici, se passa dal pop rock anni 80/90 U2 , Sting, Rem , Oasis … ai grandi cantautori italiani come Lucio Dalla, De Gregori, Finardi, Fossati, Graziani, Bennato etc. la mia curiosità mi spinge anche a esplorare territori sconosciuti e più disparati, tra musica celtica alla dance, dal rap a Urban.

Dopo una carriera ricchissima e piena di successi, da cosa trai ancora ispirazione per dar vita alla tua arte?

La parola l’hai già citata tu, dalla vita vissuta. il mio nuovo album una bella giornata da poco pubblicato da Rnc Music il risultato di un vissuto personale oltre che di un’osservazione della società che mi circonda, per quanto riguarda i testi. Dal punto di vista musicale mi sono aperto a nuove sonorità, cercando di mescolare l’elettronica con le chitarre e la melodia.

Oltre al successo in Italia, raccontaci delle tue esperienze all’estero e con l’estero.

Il nuovo album è già stato pubblicato in contemporanea in vari paesi esteri tra cui i paesi scandinavi, la Russia, la Slovacchia. i primi singoli estratti da questo disco in particolar modo la canzone Bella bella bella, uscita quest’estate, ha tenuto degli ottimi riscontri all’estero aggiungendo la prima posizione della classifica dei dischi più venduti in Polonia all’interno della compilation Bravo Hits lato 20 20, e posizionandosi sempre al al primo posto della classifica dei dischi più venduti in Turchia all’interno della compilation Fresh it’s in da Club. inoltre il brano è stata inserita in diverse playlist recompilation anche in altri paesi (Brasile, Sud Corea, Romania, Danimarca, Singapore etc.) Entrando nelle classifiche di iTunes in Turchia e di Deezer in Australia.

Quali sono state le tue collaborazioni più significative?

in assoluto quella con il grandissimo Lucio Dalla, riproduci miei primi singoli alla fine degli anni 90, e col quale ho avuto il grande onore privilegio di poter scrivere la canzone Anni Luce da lui interpretata nel suo album Luna Matana del 2001. Inoltre dal 2012 ho dato vita a un progetto che si chiama Piazza Grande, una band con cui abbiamo portato il repertorio di Lucio in piazza teatri di tutta Italia, a volte ospitando sul palco anche alcuni suoi storici collaboratori come Iskra Menarini e Riccardo Majorana i suoi storici vocalist. Anche nella scrittura dei brani del nuovo album credo di essere stato influenzato positivamente dal mondo di Lucio, all’interno del disco ho voluto inserire una intensa nuova versione di Anni Luce, che ho realizzato insieme al pianista Pasquale Morgante.

Com’è nata la passione per la musica e com’è diventata per te una professione?

sono sempre stato affascinato sin da piccolo dalla musica, i miei genitori mi regalano la prima chitarra a 9 anni. Da lì ho iniziato un lungo percorso passando attraverso le band del liceo, la scrittura delle prime canzoni, i primi brani in radio, la pubblicazione di vari album originali, l’inizio di un intensa attività live in Italia e all’estero, fino ad arrivare alla pubblicazione dell’ultimo album Una bella giornata, che ritengo sia il mio miglior lavoro di sempre.

Cosa è stato per te il periodo di lockdown?

Parallelamente la musica porto avanti anche altre attività lavorative che durante il look down per mia fortuna non si sono fermate ho proseguito a lavorare in Smart working. il camper è stata anche l’occasione per poter completare la realizzazione di alcuni dei brani che fanno parte dell’album come 2071, brano scritto prima dell’era covid, Ma che ritengo possa avere.un attinenza importante con il periodo che stiamo vivendo, così come anche il singolo Una bella giornata che da titolo tutto l’album.

Cosa rappresenta per te “Una bella giornata” che stiamo ascoltando dal 16 ottobre?

La canzone una bella giornata l’ho scritta nell’ottobre del 2018, quando ha iniziato a concepire le prime canzoni di questo nuovo lavoro. Ascoltando il pezzo dopo il periodo dello lockdown iniziato a marzo, mi sono accorto che la canzone poteva essere perfettamente attinente col periodo che stiamo vivendo. nel pezzo descrivo tutta una serie di piccole grandi “sfighe” che ognuno di noi vive durante la propria vita ogni giorno, ma poi quando meno te l’aspetti La felicità è lì dietro l’angolo pronto a sorprenderti magari anche nelle piccole cose, e così può succedere anche in un momento difficile di vivere una bellissima giornata, memorabile, indimenticabile. dal punto di vista musicale il brano è stato prodotto da me insieme a Raf Marchesini & Giordano Donati che anche mio manager, entrambi grandi professionisti della musica dance con una lunga lista di successi internazionali alle spalle.

E com’è concepito l’intero album omonimo?

Dal punto di vista musicale nuovo album è una bella giornata rappresenta una novità per per il mio percorso musicale, la novità sta soprattutto nelle ritmiche e nelle sonorità più elettroniche, sempre rispettando la mia vena melodica di pop d’autore. L’album ha più anime quella più solare, romantica, sensuale i primi singoli Ballare Ballare, Bella bella bella, Una bella giornata poi c’è l’anima più intimista delle ballad “Anni Luce” e “Vorrei” il primo pezzo che ho scritto per questo album composto di getto una mattina alle 6, appena sveglio mi sono steso sul mio divano e ho cominciato a scrivere sul cellulare in un file di drive quello che in quel preciso momento della mia vita desideravo, credo di che questa sia la mia canzone più vera di sempre. un altro pezzo secondo me è molto importante di questo disco è “2071” in cui mi sono immaginato un ipotetico astronauta unico superstite del genere umano, che dalla sua base su Marte ripensa alla terra e all’umanità, a tutto quello che il genere umano avrebbe potuto fare per non estinguersi come ad esempio affidarsi alla cultura alla musica al cinema, per risvegliare le proprie coscienze, sempre più assopite stordite dalla tecnologia e dal culto del ego. L’album è ricco di collaborazioni internazionali com’è la cantante africana Fega Michaels che duetta con me nel fresco brano estivo vagamente reggae Life is a journey (na na na ) , il rapper della crew di Los Angeles Broadcast King con cui ho duettato nel rifacimento di un mio brano storico dal titolo “Il bisogno d’amare” in una curiosa versione voce chitarra acustica e rap, e i producer di il Miami Austin Leeds con cui ho prodotto alcuni brani dell’album. chicca imperdibile è la versione remix di Bella bella bella ad opera di Raf MarchesiniChi ha saputo di vestire il pezzo con maestria con sonorità tipicamente anni 80.

Dalla tua esperienza e grande talento, quali consigli senti di dare alle nuove leve della musica italiana? E quale consiglio daresti a te stesso, se potessi tornare indietro nel tempo?

Ti ringrazio per il grande talento, mi viene in mente questo caso un consiglio che mi diede Lucio Dalla, un giorno mi disse: “vedi Fuc” Lucio amava dare piccoli soprannomi a tutte le persone e io che mi chiamo di cognome Fucili per Lucio ero Fuc “Il segreto per scrivere una bella canzone è semplicemente essere sinceri e se stessi”. Credo che non ci sia nulla di più vero, sottolineo inoltre la ricerca dell’originalità e di un proprio percorso personale, inoltre fare tanta gavetta.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Vista l’impossibilità di fare concerti dal vivo mi sto concentrando sulla promozione attraverso le radio, le interviste, i social e questo è il mio nuovo album qui tengo tantissimo e la cui promozione dura che durerà comunque almeno un anno, usciranno nuovi singoli nei prossimi mesi, vi terrò aggiornati, grazie per l’ospitalità

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *