Giuspi, giovane cantautrice si racconta

Giuspi, giovane cantautrice si racconta

Giulia non si sarebbe mai immaginata che le scroccassimo quest’intervista… e invece eccoci qua a parlare di lei. In arte GIUSPI, ovvero Giulia Spinello, è una giovane cantautrice che con grande spontaneità ci racconta di più del suo mondo e del lavoro cui è alle prese in queste settimane, intitolato “Nata per scroccare”, che riscuote forti consensi sia in radio che in digitali di ascolto. Ringraziandola per il tempo concessoci, entriamo subito nel suo mondo, un po’ scanzonato, un po’ profondo, che è un piacere da scoprire!

Com’è nata la tua passione per la musica?

La mia passione per la musica non è mai nata dopo di me, è nata nel momento stesso in cui sono nata io, ho sempre amato la musica e ho sempre saputo che nella vita nonostante io abbia tanti altri interessi artisticamente parlando, la musica sarebbe stata ciò che avrei voluto fare. 

Cosa significa e com’è nato il nome “Giuspi”?

Il nome Giuspi nasce per caso, dovevo cambiare nickname su Instagram e ricordo che unii la prima sillaba del mio nome con quella del cognome, tutti iniziarono a chiamarmi così e quindi senza neanche volerlo, il mio nome d’arte diventò Giuspi. 

Come è stato concepito il singolo “Nata per scroccare”?

Il singolo nasce durante un forte flusso d’ispirazione, ricordo che stanca delle solite canzoni che ascoltavo e che ascoltavano tutti in quel periodo dissi tra me e me che avrei voluto ascoltare qualcosa di diverso e allora perché non crearlo io? Ho scritto il pezzo in un’oretta e qualche giorno rifinito gli ultimi dettagli. 

E com’è nato il suo media?

Il media è nato insieme al mio amico e soprattutto artiere Marcomake, l’idea era quella di creare qualcosa che si distaccasse dal solito media con riprese, attori ecc. Volevo semplicemente un media semplice, colorato, saturo e leggero e Make è riuscito perfettamente a creare ciò che avevo pensato. 

A quando un album coi tuoi brani?

Sicuramente usciranno nuovi brani, ho tanti progetti in testa, è anche certo che il periodo che stiamo attraversando è molto particolare e che quindi stare a casa è importante, ciò non toglie che insieme alla mia produttrice e al mio team stiamo lavorando per creare e soprattuto far uscire tante belle cose, il prima possibile! 

Quali sono le tue influenze artistiche?

Le mie influenze artistiche variano e saltano da genere in genere, ascolto di tutto, Da Fabio concato, Pino Daniele, De André fino ad arrivare a Giorgia, Elisa, Tua supreme, Subsonica, Gazzelle e Calcutta. questi sono solo alcuni, il mio ascolto è molto ampio e stimo e ammiro moltissimi artisti che influiscono quotidianamente sulla mia musica. 

E la collaborazione con l’etichetta “The Web Engine” nel tuo lavoro in promozione

Collaborare con l’etichetta Thewebengine è stata una delle scelte migliori che potessi mai prendere, disponibilità, professionalità, consapevolezza, amicizia, ho trovato un gruppo solido che sa come assecondare le mie idee, e che soprattutto sa come guidarmi in questa meravigliosa scalata

Ognuno di loro è speciale per ciò che fa e non smetterò mai di ringraziarli per tutto questo bel lavoro che stiamo svolgendo insieme. 

Quali sono i contenuti che vuoi trasmettere con la tua arte?

In realtà quando scrivo e canto o in generale quando faccio arte lo faccio principalmente per me, so che può sembrare egoista da dire ma l’arte innanzitutto serve a liberare il mio corpo e alla mia anima da molte cose e per creare un equilibrio che spesso non riesco a trovare dentro me.

Quando ascolto musica, sono sempre alla ricerca di artisti, brani e parole in cui io riesca a rivedermi e a trovare conforto ed emozione, ecco, questo è sicuramente ciò che spero che gli altri sentano quando ascoltano la mia musica. 

Come stai vivendo da artiere e persona questo periodo del covid-19?

Non la sto vivendo poi così male, d’altronde sono una che sta molto tempo sola in mezzo alle sue cose e ai suoi pensieri, ciò non toglie che però anche io ho bisogno di uscire, di respirare aria fresca e di baciarmi con il sole, è importante trovare un equilibrio durante la routine tra lo stare a casa e uscire anche solo per vivere un’ora di spensieratezza e gioia. 

Credo dunque che ci siano persona a cui pesi molto di più questa situazione per diverse motivazioni però anche io, anche se non troppo, sto soffrendo e ne sto risentendo anche perché l’ispirazione proviene anche da là fuori. 

Quali sono i tuoi programmi futuri?

Nel futuro uscirà nuova musica, non ti nego che ho già un sacco di pezzi scritti a cui stiamo lavorando, arriveranno presto molte cose, molti brani diversi da “nata per scroccare”, più profondi ed io non vedo l’ora di farveli ascoltare! 

One thought on “Giuspi, giovane cantautrice si racconta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *